Gerusalemme, palestinese costretto a demolire la propria casa

Al-Quds (Gerusalemme) – InfoPal. Le autorità d’occupazione israeliane hanno costretto un cittadino palestinese ad abbattere personalmente la propria abitazione.

 

Osama Hussein ash-Shweiki è stato obbligato a demolire la casa di 96 mq nel quartiere gerosolimitano di at-Thawrah.

 

L’uomo resta per strada con la moglie, due figli, la sorella e l’anziana madre.

 

La storia di Osama cominciò nel 2005 quando costruì la casa. Si era rivolto alla municipalità di al-Quds (Gerusalemme) che non gli concesse il permesso di edificare.

 

Nel 2009 arrivò una multa di oltre 26 mila dollari e puntualmente, i tre appelli presentati dall’uomo sono stati respinti dalla giustizia israeliana.

 

Il 23 dicembre prossimo la corte avrebbe dovuto riunirsi per ascoltare nuovamente il caso di Osama, ma di fronte alla possibilità di un altro respingimento e di un’altra multa, Osama non ha avuto altra scelta che quella di demolirla dietro ordine israeliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.