Gerusalemme: palestinese deportato per 30 giorni

Al-Quds (Gerusalemme)  – Pal-Info. Mohammed Munir al-Ghawi, palestinese residente ad al-Quds (Gerusalemme) è stato condannato alla deportazione di trenta giorni dalla propria città, con l'accusa di aver aggredito dei coloni ebrei e di aver partecipato alle dimostrazioni contro le attività coloniali israeliane, turbando l'“ordine pubblico” nel quartiere di Shaykh Jarrah (Gerusalemme est).

La pretura israeliana gli ha inoltre imposto una multa di circa 500 dollari, secondo quanto riferito dal Centro per l'assistenza economica e sociale di Gerusalemme

Al-Ghawi era stato arrestato al checkpoint di Al- Izariye, e quindi condotto dalle forze israeliane nel centro dell'Intelligence di Maskubiyah.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.