Gerusalemme, prosegue il piano di espulsione dei palestinesi: ordine di abbattimento di 17 case.

Gerusalemme – Pic. Ieri, l'Amministrazione israeliana ha consegnato 17 nuovi ordini di demolizioni a Silwan: 8 nel quartiere di al-Bustan, il resto nei quartieri di al-Lawza e di al-Yaman.

Tali violazioni fanno parte del piano di espulsione dei palestinesi da Gerusalemme e di ebraizzazione della Città Santa.

Fakhri Abu Diyab, membro del Comitato per la Difesa degli immobili di Silwan, ha affermato che “l'Amministrazione municipale degli occupanti israeliani ha rinnovato l'ordine di demolizione a ottantotto proprietari di abitazioni situate a Silwan, a sud della moschea al-Aqsa. Personale israeliano ha affisso gli ordini di demolizione – giudiziari ed amministrativi – sulle case, senza menzionarne il proprietario. Tutto ciò si basa sulla legge 212, che dà il diritto di demolire le case senza processo”.

Abu Diyab ha riferito che gli ordini sono stati emessi dalla municipalità nel periodo compreso tra il 20 e il 25 ottobre 2009: le famiglie avrebbero venti giorni per fare ricorso, ma in realtà restano solo due giorni.

E ha aggiunto: “Sembra che l'attuazione del progetto per il quartiere al-Bustan sia imminente. La demolizione di ottantotto case si avvicina: ci appelliamo agli abitanti della città di Gerusalemme affinché vengano presso il nostro presidio onde impedire le demolizioni e sostenere le famiglie coinvolte”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.