Gerusalemme Vecchia sotto assedio: la polizia israeliana intensifica le misure di sicurezza intorno alla Moschea di Al-Aqsa.

Il responsabile della polizia israeliana, Moshe Kradi ha annunciato l’intensificarsi delle misure di sicurezza nella città di Gerusalemme e in tutto il paese dalle prime ore di questa mattina, giorno di preghiera per i musulmani, in considerazione del perdurare dei lavori di scavo alla Porta dei Magrebini. 

Si prevede il dispiegamento di circa 3000 poliziotti e guardie di frontiera nelle zone circostanti la Moschea di Al-Aqsa, nella Città Vecchia e nei villaggi vicini. 

Fonti israeliane hanno rivelato che, in base alle richieste del capo del governo e in coordinamento con il ministro israeliano per gli Affari di Gerusalemme, sono state installate telecamere collegate ad internet “per documentare l’operazione in corso”. 

Si permetterà solo agli uomini che hanno un’età superiore ai 50 anni di entrare nealla Moschea di Al-Aqsa per la preghiera del venerdì, a condizione che abbiano la carta di identità blu, e alle donne che hanno più di 40 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.