Ghazi Hamad: ‘I soldi depositati presso la Lega araba sono del governo e non di Hamas’.

Il portavoce del governo palestinese, dott. Ghazi Hamad, ha dichiarato che il Segretario generale della Lega Araba, Amro Musa, ha indirizzato una lettera al primo ministro palestinese Ismail Haniyah in cui lo informa che presso la Lega Araba non ci sono soldi depositati per conto di Hamas e che quei soldi sono stati consegnati alla Banca del Cairo a nome del governo palestinese.

 

Hamad ha informato che la cifra ammonta a 32 milioni e mezzo di dollari donati da paesi arabo-islamici, registrati in Egitto legalmente e depositati in un conto speciale nella Banca del Cairo.

E ha sottolineato che ciò che ha spinto il Segretario generale della Lega Araba a inviare tale lettera al primo ministro è “la paura che l’America chiuda i loro conti”.

 

Hisham Yousef, direttore dell’Ufficio di Amro Musa, ha dichiarato che la Lega collabora con l’Autorità Nazionale e palestinese e con il governo palestinese ma non con fazioni palestinesi o movimenti come Al-Fatah e Hamas.

E ha aggiunto: “Quelli presenti nel conto speciale della Banca del Cairo sono soldi depositati dal primo ministro palestinese e non dal movimento di Hamas”.

Yousef ha smentito che il tribunale possa emettere un atto giudiziario che chieda alla Lega Araba di dichiarare che è in possesso dei soldi di Hamas.

Amro Musa ha indirizzato una lettera a Haniyah per avvertirlo del fatto che la Lega non era in possesso del denaro versato da Hamas. E ha aggiunto: “Seguendo il consiglio dell’ufficio legale, la Lega araba ha avvertito il tribunale che non è in possesso di denaro del movimento di Hamas, non ha mai ricevuto o consegnato soldi provenienti da questo movimento o per suo conto, né direttamente né indirettamente. La somma è stata depositata in un conto speciale presso la Banca del Cairo in base alle richieste delle autorità egiziane e alla rappresentanza permanente della Palestina nella Lega araba”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.