Giornalisti e pacifisti attaccati da soldati israeliani durante manifestazione non-violenta.

E’ proseguito anche oggi l’attacco delle forze israeliane contro i pacifisti palestinesi, israeliani e stranieri radunati nella cittadina di Artas, vicino a Betlemme, per una manifestazione non-violenta. Ieri era stato brutalmente picchiato il ministro dell’informazione Mustafa Barghouthi.

Oggi, sono stati colpiti alcuni giornalisti.

Ieri mattina, i soldati israeliani hanno distrutto un campo con 32 alberi secolari appartenenti da generazioni alla famiglia Abu Swai, di Artas.

La famiglia è stata costretta ad assistere alla distruzione operata da militari che sembravano anche divertirsi molto.

Durante l’operazione di devastazione, i soldati hanno aperto il fuoco contro un gruppo di pacifisti palestinesi, israeliani e internazionali che stavano cercando di proteggere il terreno. Sulla scena era presente il ministro dell’informazione palestinese, Mustafa Barghouthi, che è stato brutalmente picchiato.

4 pacifisti israeliani sono stati arrestati.

Oggi, gli abitanti sono tornati per riprendersi il terreno e per ripiantare gli alberi, di fronte a giornalisti e attivisti non-violenti intervenuti sul posto. I soldati israeliani hanno attaccato la folla sparando e picchiando.

3 contadini sono stati arrestati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.