Gli avvocati tedeschi presentano una denuncia penale contro il Cancelliere Scholz per la fornitura di armi a Israele

Berlino-Quds News Network. Gli avvocati tedeschi che rappresentano le famiglie palestinesi della Striscia di Gaza hanno presentato una denuncia penale contro importanti funzionari tedeschi, tra cui il Cancelliere Olaf Scholz, accusandoli di fornire a Israele armi che contribuiscono al genocidio israeliano in corso.

La denuncia penale è stata presentata in Germania e ora i pubblici ministeri della Procura Federale di Karlsruhe esamineranno il caso. Se si dovesse procedere, si potrebbe potenzialmente arrivare a un’indagine formale, che prevede l’interrogatorio dei funzionari governativi implicati nella denuncia.

Tra i nominati figurano il Cancelliere Olaf Scholz, il Vice-cancelliere Robert Habeck, il ministro degli Esteri Annalena Baerbock, il ministro delle Finanze Christian Lindner e i membri del Consiglio di sicurezza federale, l’ente governativo responsabile  per l’autorizzazione delle licenze di esportazione di armi della Germania.

L’azione legale è sostenuta dalle organizzazioni della società civile, tra cui lo European Legal Support Center, il Palestine Institute for Public Diplomacy e Law for Palestine under the Justice e Accountability  for Palestine Initiative. In particolare, Nora Rogab, un’attivista con parenti a Gaza, è tra i querelanti coinvolti nel caso.

La denuncia indica un sostanziale aumento delle approvazioni delle esportazioni di armi tedesche verso Israele, quasi decuplicate dal 7 ottobre, secondo un rapporto della Reuters. Dal 2 novembre, Israele ha ottenuto il permesso di importare armi da difesa tedesche per un valore di quasi 323 milioni di euro.

Il governo tedesco non ha ancora risposto ufficialmente alla denuncia penale.

Traduzione per InfoPal di Edy Meroli