Gli Houthi hanno preso di mira 162 navi legate ad Israele dal 7 ottobre

Sana’a – MEMO. Il gruppo Houthi dello Yemen ha annunciato giovedì di aver preso di mira 162 navi legate a Israele, dal 7 ottobre, in segno di solidarietà con Gaza, ha riferito Anadolu.

Il leader del gruppo, Abdul-Malik al-Houthi, ha dichiarato in un discorso televisivo trasmesso dal canale Al-Masirah, che solo la scorsa settimana il Fronte dello Yemen ha effettuato 12 operazioni utilizzando 20 missili balistici e alati, un drone ed una barca.

“Questa settimana abbiamo preso di mira sei navi, portando il numero totale di navi prese di mira dall’inizio delle operazioni di supporto a Gaza a 162“, ha affermato, senza rivelare i dettagli delle navi. Il gruppo ha ribadito che prende di mira solo navi statunitensi, britanniche e israeliane, o quelle che violano la decisione di vietare l’ingresso nei porti israeliani.

Il leader degli Houthi ha detto che la battaglia statunitense per fermare le operazioni dell’Esercito yemenita in mare non è stata facile, e che il popolo yemenita è “saldo” e “continua a sviluppare le proprie capacità per superare le tecnologie del nemico e limitarle”.

Stati Uniti, Gran Bretagna e Israele non hanno commentato il discorso di al-Houthi.

Mercoledì sera, il Comando centrale degli Stati Uniti ha annunciato la distruzione di due imbarcazioni e di due siti radar Houthi nello Yemen.

(Foto: [Mohammed Hamoud – Anadolu Agency]).