Gli occupanti rinnovano la detenzione amministrativa di un detenuto palestinese per la settima volta consecutiva

Infopal – Ramallah. Il Centro studi sui detenuti palestinesi ha confermato che il tribunale del Negev ha prolungato, l'altro ieri, la detenzione amministrativa per la settima volta consecutiva del prigioniero palestinese Baha' Hashim Dawud Surur (25 anni, di al-Khalil – Hebron), che si trova nel carcere del Negev dal 2008.

È degno di nota che il prigioniero Surur è già stato agli arresti dal 2004 al 2006, ed è fratello dei due martiri Ahmad e Wala' Surur.

Gli vengono inoltre impedite le visite anche da parte della madre, malata di tumore, alla quale è stato vietato di recarsi ad al-Quds (Gerusalemme) per le cure necessarie.

Ra'fat Hamduna, direttore del Centro studi palestinese sui detenuti, ha chiesto alle organizzazioni che si occupano dei detenuti di affrontare la questione dei rinnovi delle detenzioni amministrative e che “sia svelata la finzione della 'democrazia israeliana'”.

Egli ha inoltre detto che è necessario “scuotere la coscienza occidentale, ed operare con gruppi di pressione a livello mediatico e legale, collaborando per sostenere la causa dei prigionieri palestinesi ed arabi nelle carceri israeliane, in particolare di quelli che vi si trovano per anni senza capo d'accusa; ed è necessario anche adoperarsi per adottare una posizione generale in grado di attuare delle pressioni su Israele per la liberazione di questi prigionieri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.