Gli scontri interpalestinesi si diffondono in tutta la Striscia di Gaza. Oggi pomeriggio, 23 morti e 100 feriti. 43 da domenica.

Si sono diffusi all’area di Deir al Balah, nella Striscia di Gaza centrale, e in altre zone, gli scontri tra militanti di Fatah e Hamas.

Un membro delle forze di sicurezza palestinesi e uno delle Brigate Al-Qassam, ala armata di Hamas, sono rimasti uccisi e altri 14 cittadini sono stati feriti.

Muhammad Safi, 35 anni, è stato ucciso a est di Deir al-Balah.

Nella stessa area è stato ucciso anche Ihab Nassar, militante delle Brigate Al-Qassam.

Centinaia di militanti di Al-Qassam e di membri delle Forze Esecutive sono stati dispiegati a Khan Younis, nel sud della Striscia. Posti di blocco e barriere sono state costruite ovunque.

Armati non identificati hanno anche preso il controllo di un edificio appartenente alla municipalità di Khan Younis e hanno sequestrato tre persone.

Sempre in Khan Younis, 4 bombe sono state lanciate contro il college di scienza e tecnologia, provocando vasti danni.

Fonti ospedaliere palestinesi hanno reso noti i nomi dei morti delle ultime 24 ore:

Yasser Bakir, 27 anni; Saddam Bakir, 18; Basil Kafarna, 25; ‘Eid Al-Masri, 56, e i figli, Faraj Al-Masri, 23, e Ibrahim ‘Eid Al-Masri, 21; Muhammad Mihjiz, 20; Muhammad Dahdouh, 21; Mazen ‘Ajouz, 30; Jamal Abu Al-Jidyan, 45, e suo fratello Majid Abu Al-Jidyan, 33; Rayah Mihsin, 75; Sara Mihsin, 15; Dalal Mihsin, 19; Jamal Rabi’, 13; ‘Umar Rantisi, 20; Mousa Abu Zeinah, 40.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.