Gli squadroni dell’ANP arrestano, e poi rilasciano, leader di Hamas.

Nablus – Infopal. Gli squadroni dell’ANP continuano con solerzia e efficienza la missione per cui sono stati finanziati e addestrati dalla Cia: perseguitare esponenti e simpatizzanti di movimenti rivali. Ieri sera hanno assaltato l’abitazione di un leader di spicco di Hamas a Nablus, Adnan Asfour. Era appena stato rilasciato dalle prigioni israeliane dove aveva passato 30 mesi, e con familiari e amici stava festeggiando la riacquistata libertà.

Fonti e testimoni locali hanno raccontato che veicoli della sicurezza preventiva dell’ANP sono giunti davanti alla casa di Asfour e diversi militari hanno fatto irruzione all’interno sequestrando il politico.

Asfour, 46 anni, portavoce del movimento islamico durante l’Intifada del 2000, era stato rapito due anni e mezzo fa dalle forze israeliane, insieme a decine di leader e parlamentari di Hamas.

La moglie di Asfour, Um Sayel, ha riferito che suo marito è stato insultato e picchiato dagli squadroni dell’ANP prima di essere portato via.

Tre membri della sua famiglia sono finiti in ospedale a causa delle aggressioni perpetrate dalle forze preventive al momento dell’irruzione.

A seguito dell’intervento del FPLP e di un mediatore egiziano, che hanno esercitato pressioni sull’ANP di Mahmoud Abbas, il leader di Hamas è stato rilasciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.