Gli Usa schierano truppe in Israele per muovere guerra all’Iran

PressTv. L'esercito americano si prepara a una massiccia campagna militare contro l'Iran, inviando migliaia di truppe, navi da guerra e armamenti in Israele.

Una fonte anonima afferma che il dispiegamento di navi antimissile americane, con a bordo personale, avverrà a gennaio e in primavera.
Secondo il comandante della US Third Air Force con base in Germania, il gen. Frank Gorenc, “non si tratta soltanto di un'esercitazione, ma è un vero e proprio schieramento”.

Tel Aviv e Washington hanno pianificato per questa primavera la più grande esercitazione militare mai eseguita prima.

Il Comandante americano ha visitato Israele due settimane fa per confermare i dettagli “dell'invio di diverse migliaia di soldati americani in Israele”.
Egli ha inoltre visitato una delle tra basi antimissilistiche israeliane Iron Dome e l'Aviazione israeliana ha annunciato un piano per lo sviluppo di una quarta base Iron Dome nei prossimi mesi.

Mentre le truppe Usa stazioneranno in Israele per un tempo indefinito, il personale militare israeliano si aggregherà al Commando Europeo americano (Eucom) in Germania.
Intanto gli Stati Uniti stanno portando in Israele il proprio Terminal High Altitude Area Defense (Thaad) e una nave con sistema Aegis in Israele.

La Casa Bianca ha rinnovato la propria retorica di guerra contro l'Iran dopo che l'Agenzia Internazionale  per l'Energia Atomica (IAEA) ha rilasciato un rapporto a novembre nel quale si accusava Tehran di condurre attività correlate alla produzione di armi nucleari. L'Iran ha respinto tali dichiarazioni.

L'analista americano Robert Parry osserva che il direttore dell'Iaea, Yukiya Amano, è stato promosso alla sua posizione attuale grazie all'appoggio di Usa e Israele i quali, per farlo, hanno certamente ricevuto rassicurazioni, ovvero un supporto dal direttore per il raggiungimento dei loro obiettivi anti-iraniani.

A dicembre, la Marina iraniana ha svolto 10 giorni di esercitazioni militari nello Stretto di Hormuz, mostrando che il paese è pronto per difendersi da un attacco.
“Vogliamo mandare il messaggio che l'Iran è sempre pronto per affrontare ogni tipo di attacco straniero”, così ha dichiarato all'emittente Press TV il vice comandante ammiraglio della Marina iraniana, Amir Rastegari.

Intanto il presidente americano Barack Obama ha firmato sabato una nuova legge che colpirà con sanzioni economiche la Banca centrale iraniana e alcuni settori finanziari.
Le misure anti-iraniane adottate da Usa e Israele pongono all'Iran interdizioni ad esercitare il proprio diritto di portare avanti un programma nucleare per scopi civili.
Tehran ha firmato il Trattato di non Proliferazione Nucleare, è membro dell'Iaea ed ha ripetutamente affermato che le sue attività nucleari hanno soltanto scopi civili.

Approfondimenti:

GlobalResearch.ca

(Nella vignetta: 'Soluzione diplomatica al programma nucleare iraniano').

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.