Goldstone: Israele ha colpito intenzionalmente i civili di Gaza.

 


Agenzie. Richard Goldstone, a capo della Commissione dell'Onu sui crimini di guerra israeliani a Gaza, mercoledì scorso ha dichiarato alla Cnn che ritiene che Israele abbia colpito intenzionalmente dei civili durante il conflitto.
 
Egli ha tuttavia sottolineato che colpire dei civili non costituisca un comportamento abituale da parte dell'esercito israeliano. Il Rapporto Goldstone, che sia i gruppi armati israeliani sia quelli palestinesi di crimini di guerra, è stato presentato martedì scorso al Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite.
 
Alla domanda se Israele abbia colpito dei civili, Goldstone ha risposto: “Non come politica. Un'inchiesta formale lo verificherà”.
 
Ad ogni modo, un report di “Haaretz” sull'intervista televisiva, cita le seguenti affermazioni di Goldstone: “Alcuni assassinii sono stati certamente intenzionali… Non vi sono stati 'errori' nel bombardare delle fabbriche. L'intelligence israeliana disponeva di informazioni precise”.
 
Il giudice ebreo sudafricano ha spiegato che “Israele ha affermato che, considerata l'elevata densità di popolazione a Gaza, ha fatto il possibile per evitare i civili, ma abbiamo anche indagato anche su Hamas, che avrebbe posizionato i propri armamenti vicino ai civili: abbiamo cercato delle prove, ma non le abbiamo trovate”.
 
In risposta alle dichiarazioni del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, il quale ha detto di voler investigare a sua volta sui risultati della Commissione Goldstone, il quotidiano “Haaretz” riporta l'opinione di quest'ultimo: “Mi farebbe piacere se Israele formasse una Commissione per studiare le nostre dichiarazioni; è quel che abbiamo richiesto: un'inchiesta aperta, trasparente sulle nostre conclusioni, ed è quel che spero faccia anche Hamas”.
 
Sebbene alcuni dirigenti israeliani abbiano definito il rapporto Goldstone “parziale”, pare che Netanyahu intenda presentare al suo Gabinetto, martedì prossimo, un piano per condurre un'inchiesta sui risultati del Rapporto Goldstone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.