Governo palestinese e Hamas rifiutano forze militari internaziionali e arabe nella Striscia.

Il governo palestinese e il movimento di Hamas hanno rifiutato la presenza di forze arabe o militari internazionali nella Striscia di Gaza, oppure di portare la Striscia sotto il controllo della Lega Araba.

Durante una conferenza stampa a Ramallah, ieri, il ministro dell’informazione, Mahmoud Barghouthi, ha affermato: "Il suggerimento di Meretz (partito di sinistra israeliano) di portare la Striscia sotto il controllo della Lega Araba è una minaccia all’unità dei territori palestinesi, al destino dei palestinesi a determinare il proprio destino e ai principi della costruzione dello Stato. E’ un rifiuto del nostro sistema democratico".

Il ministro ha chiesto a Meretz di lavorare per porre fine all’occupazione e per la creazione di uno Stato palestinese, invece di chiedere l’intervento straniero. "Questo è un tentativo di evitare l’Iniziativa di pace araba – ha sottolineato Barghouthi – che dice che i palestinesi hanno il diritto di costruire il proprio stato. Qualsiasi suggerimento che non porta a questo sarà rifiutata".

Sulla stessa linea si pone il portavoce di Hamas al Consiglio legislativo, Salah Bardawil, che ha affermato che "tale piano ha lo scopo di mostrare che il conflitto è solo inter-palestinese, e che Israele ne è al di fuori". E ha aggiunto: "Se i paesi arabi hanno forze che avazano, perché non le usano per porre fine alle violenze israeliane? Gli arabi non dovrebbero guardare a questo problema da un punto di vista israeliano".
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.