Gruppi di resistenza rivendicano attacco contro veicolo militare israeliano.

Gruppi della resistenza collegati con movimenti di sinistra – le Brigate Abu Ali Mustafa, affiliate al Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, e le Brigate della Resistenza nazionale, un gruppo militare collegato al Fronte Democratico per la Liberazione della Palestina -, hanno rivendicato la responsabilità per l’esplosione, ieri sera, di una bomba di 30 kg contro un veicolo militare israeliano, a est del campo profughi di Al-Bureij, a Gaza.

In un comunicato congiunto, le brigate hanno reso noto che un gruppo di loro militanti ha colpito con una bomba un veicolo militare israeliano che transitava sulla strada, a est del campo. 
Le brigate hanno affermato che l’attacco è una risposta alle operazioni di assassinio che Israele sta compiendo con quotidiana sistematicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.