Hamad: ‘Quella dei valichi è una questione umanitaria’.

Gaza. Ghazi Hamad, responsabile dell’Autorità palestinese competente per le frontiere e i valichi, ha affermato questa mattina che la chiusura dei passaggi non fa che accrescere le sofferenze del popolo palestinese, perciò ha invitato tutte le parti interessate a cooperare per riconsiderare la questione del transito attraverso i valichi ad un livello umanitario e non politico.

Hamad ha sottolineato che quella dei passaggi è una delle più importanti questioni che interessano le vite di coloro che vivono a Gaza, specialmente dei malati, degli studenti e di chi è in possesso di un visto o di un passaporto straniero.

Egli ha poi dichiarato che su tale questione sono in corso contatti con l’Egitto, con l’Oms e la Cri.

È anche degno di nota il fatto che il valico di Rafah, tra Gaza e l’Egitto, sebbene quest’ultimo ne abbia stabilito l’apertura per tre giorni al mese, è rimasto chiuso per 42 giorni di fila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.