Hamad sollecita la formazione di un governo di unità nazionale.

Dal nostro corrispondente, da www.maannews.net e www.palestine-info.co.uk.

Il portavoce del governo, Ghazi Hamad, ha sollecitato l’accelerazione della formazione di un governo di unità nazionale, dicendo: ”Se ci porterà fuori dalla crisi, sarà un successo. Ci sono regole basilari e elementi che potrebbero cementare la strada per la formazione di questo governo".

Durante un seminario organizzato dal Centro per i Diritti Umani Al-Mezan, Hamad ha affermato che "tutti si trovano in mezzo a questa crisi, comprese Fatah, Hamas, il governo, la presidenza e tutte le fazioni". E ha rivolto un appello al dialogo riguardante ogni aspetto e problema che interessi la nazione.

Il portavoce ha chiesto al popolo palestinese di dare tempo al governo e ha messo in guardia sulle conseguenze della violenza o della caduta del governo, dicendo: "Non vogliamo che Hamas o Fatah cadano poiché ciò significherebbe la caduta dei palestinesi".

Hamad ha denunciato le accuse di disonestà e collaborazione che alcuni hanno lanciato contro il governo. Ha chiarito che i ministri hanno cercato di far arrivare soldi attraverso i valichi di frontiera in un tentativo di risolvere la crisi, causata da Israele.

Per ciò che concerne l’attuale sciopero, Hamad ha dichiarato: "Questo argomento è di natura legale. I dipendenti hanno il diritto di protestare ma avrebbero dovuto iniziare in un altro modo prima di arrivare allo sciopero generale". E ha aggiunto: "La Palestina sta soffrendo di una crisi totale". E ha sottolineato che "i problemi di circolazione e economici non possono essere risolti attraverso la legge, ma che la legge possa servire a risolvere molti dei problemi". E ha anche denunciato il rapimento di stranieri e ha chiesto che chi commette questi atti venga processato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.