Hamas accusa la sicurezza dell’ANP di aver lanciato una campagna d’arresti contro suoi sostenitori

Ramallah – Infopal. Hamas in Cisgiordania accusa gli apparati di sicurezza dell'ANP dell'arresto di 35 suoi sostenitori nelle province di Nablus, Ramallah, al-Khalil, Salfit e a-Quds.

Questi arresti sono avvenuti dopo perquisizioni nelle case degli arrestati o dopo convocazioni presso i centri di polizia.

A Nablus, gli apparati di sicurezza dell'ANP hanno lanciato una vasta campagna di arresti, in città e in periferia, con l'arresto di 27 persone, tra cui: Ihab Salim, Bashar Halawa, Tha'ir Mansur (fratello del parlamentare Yaser Mansur), l'ex prigioniero Amjad Zamil (del campo profughi di al-'Ayn) e uno degli allontanati di Marj az-Zuhur (appena rilasciato dopo la fine del suo periodo di detenzione durato sei anni e mezzo), l'ex prigioniero Munir al-Masri, Iyad al-Jadd, Naser al-Hadidi, Samir Hawwash, lo sheykh Mustafa al-Kuni, l'ex prigioniero Mu'ayyid Jamil Sharab (di 'Awrata), l'ex prigioniero 'Abd el-Hakim al-Qadah (liberato dopo una carcerazione di un anno), 'Imad at-Tanbur, Samah Salim, l'ex prigioniero 'Amer Na'im as-Sarkaji (uscito dalla galera dopo una prigionia di un anno), l'ex prigioniero 'Ala' Taysir as-Sarkaji (liberato dopo un anno e mezzo di prigione), Naser as-Sarkaji e Mu'ammar as-Sarkaji.

Nella provincia di Salfit, le forze dell'ANP hanno arrestato di nuovo Muhammad Amin Khafash, del villaggio di Marada.

Gli stessi apparati di sicurezza hanno arrestato Sa'ud Abu Karash, della cittadina di as-Samu', malgrado il tribunale avesse emesso una sentenza di liberazione in data 5 aprile 2010.

Inoltre nella zona di al-Quds (Gerusalemme) gli apparati di sicurezza dell'ANP hanno effettuato varie perquisizioni negli alloggi studenteschi dell'università di Abu Dis, arrestando poi tre studenti delle facoltà religiose, tra cui 'Imran 'Ayed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.