Hamas: con o senza Olmert l’estremismo sionista rimarrà in eredità.

 Gaza – Infopal. Commentando le elezioni dei leader del partito israeliano "Kadima", ieri, il movimento di Hamas ha dichiarato che "non ci sono differenze tra i due candidati, la ministra degli Esteri Tzipi Livni e il ministro dei Trasporti Shaul Mofaz, perché tutti i sionisti concordano nell’uccisione e nell’espulsione del popolo palestinese, nel sostegno al loro stato ebraico, razzista, e nel relegare i palestinesi in banthustan come avvenne per il regime dell’Apartheid sudafricano".

Fawzy Barhoum, uno dei portavoce di Hamas, ha affermato inoltre che "il governo israeliano, da anni, sta testando su di noi tutti i programmi terroristici e di distruzione e noi ne stiamo pagando le conseguenze".

Barhoum ha poi detto di essere perplesso per l’appoggio del presidente dell’ANP Mahmoud Abbas alla Livni, aggiungendo che l’ANP "scommette sempre su nuovi premier israeliani e fino ad oggi non ha ancora capito che tutti loro condividono la stessa linea nei confronti del popolo palestinese".

E ha concluso che "con o senza Olmert, ci sono nozioni sioniste estremiste in Kadima e nel governo israeliano, che verranno ereditate dalle prossime generazioni".

Foto e articoli di approfondimento: www.palestinechronicle.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.