Hamas e Jihad islamico rifiutano la decisione dell'Anp di rinunciare alla resistenza.


Hamas e Jihad islamico hanno annunciato oggi il rifiuto della nuova piattaforma ufficiale dell’Autorità nazionale palestinese, che, per la prima volta, non comprende un riferimento alla "lotta armata" contro l’occupazione israeliana.
Tale piattaforma è stata adottata venerdì dal governo guidato dal primo ministro Salam Fayyad.

In un comunicato congiunto, Hamas e Jihad islamico hanno dichiarato che "la resistenza trova legittimità attraverso il sangue dei martiri, dei palestinesi feriti e dei prigioni. Nessuno può cancellare la resistenza dall’agenda palestinese".

I due movimenti chiedono di aumentare le operazioni di resistenza sia in Cisgiordania sia nella Striscia di Gaza.
"Non possiamo comprendere la posizione del governo Fayyad  – aggiungono -. Trattano il problema come se l’occupazione non ci fosse e i rifugiati fossero tornati in patria".

Hamas e il Jihad islamico hanno anche criticato la posizione del governo di permettere ai palestinesi bloccati a Rafah di tornare nella Striscia attraverso valichi controllati da Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.