Hamas ha criticato la scelta di Dahlan come consigliere della sicurezza nazionale.

Il portavoce del gruppo parlamentare di Hamas, Salah Al-Bardawail, ha confermato che il suo movimento guarda in modo "negativo" alla decisione del presidente Mahmoud Abbas di scegliere Mohammed Dahlan come consigliere per la sicurezza nazionale, chiarendo che essa è giunta “in un momento non adatto”.

Il portavoce della presidenza, Nabil Abu Radinah, aveva annunciato che il presidente Abbas aveva emesso due decreti: il primo riguardava la riforma del Consiglio Nazionale di sicurezza; il secondo, la scelta di Mohammed Dahlan come consigliere del presidente per la sicurezza nazionale.

In un comunicato stampa, Al-Bardawail ha aggiunto: “Nonostante il nostro rispetto per la decisione del presidente, noi non accettiamo la scelta di Dahlan. Si tratta infatti di una personalità le cui tracce sono ancora presenti nelle piazze palestinesi e nella lotta interna. Da una parte, non è una persona gradita, dall’altra non è corretto che Dahlan occupi due incarichi, uno nel Consiglio Legislativo e l’altro nella sicurezza”.

Al-Bardawail ha confermato che la legge non permette al deputato Dahlan di avere due incarichi: “O si dimette da deputato oppure non può svolgere un’altra professione. Il parlamentare deve assistere alle sedute del Consiglio Legislativo e compiere il proprio dovere lontano da altri impegni lavorativi”.

Il portavoce del gruppo parlamentare di Hamas ha spiegato che presenteranno al presidente Abbas una nota legale circostanziata per bloccare tale incarico.

Dahlan aveva annunciato che il Consiglio di sicurezza nazionale sarà presieduto dal presidente Abbas e dal primo ministro Haniyah, mentre lui sarà il segretario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.