Hamas ha perso il contatto con un gruppo responsabile per 4 ostaggi a Gaza

Gaza. Il movimento di resistenza palestinese Hamas ha dichiarato lunedì di aver perso i contatti con un gruppo di combattenti che sorvegliavano quattro ostaggi israeliani a seguito degli attacchi nella Striscia di Gaza.

“Abbiamo perso i contatti con un gruppo di combattenti della nostra Resistenza che sorvegliavano quattro prigionieri sionisti (israeliani) a seguito dei barbari bombardamenti israeliani degli ultimi 10 giorni”, ha dichiarato Abu Obaida, portavoce del braccio armato del gruppo, le Brigate Qassam, in una breve dichiarazione.

Ha identificato uno degli ostaggi come Hersh Goldberg-Polin, un cittadino israelo-statunitense che il mese scorso è apparso in un video in cui criticava il governo del primo ministro Benjamin Netanyahu e chiedeva il suo rilascio.

Si ritiene che Hamas detenga quasi 130 ostaggi israeliani dall’attacco transfrontaliero che ha ucciso 1.200 persone il 7 ottobre 2023.

Da allora, tuttavia, Haaretz ha rivelato che gli elicotteri e i carri armati dell’esercito israeliano hanno ucciso molti dei 1.139 soldati e civili che Israele sostiene siano stati uccisi dalla Resistenza palestinese.

Il gruppo palestinese chiede la fine dell’offensiva letale di Israele sulla Striscia di Gaza in cambio di qualsiasi accordo di scambio di ostaggi con Tel Aviv.

Israele è accusato di genocidio presso la Corte internazionale di giustizia (ICJ). In una sentenza provvisoria di gennaio, la Corte internazionale di giustizia con sede all’Aja ha affermato che è “plausibile” che Tel Aviv stia commettendo un genocidio a Gaza, ordinandole di cessare tali atti e di adottare misure per garantire l’assistenza umanitaria ai civili dell’enclave.

(Fonti: MEMO, Quds News).

(Foto: [Mustafa Hassona/Anadolu Agency]).