Hamas: ‘Il soldato egiziano è stato ucciso dai suoi colleghi egiziani. Si stabilisca una commissione d’inchiesta’.

Gaza – Infopal. Il Movimento di Resistenza Islamica Hamas ribadisce che il soldato egiziano morto nei recenti incidenti di frontiera “non è stato ucciso da fuoco palestinese”, come ha annunciato il ministro degli Affari esteri egiziano affermando di avere i nomi di due palestinesi accusati dell'uccisione del soldato.

Hamas ha perciò chiesto la formazione di una commissione d'inchiesta per chiarire chi avrebbe ordinato di sparare.

Sami Abu Zuhri, portavoce di Hamas, in un comunicato stampa ha affermato che “le accuse dei funzionari egiziani, per sottrarsi alla loro responsabilità, e incolpare invece il nostro movimento, intendono coprire il loro crimine che consiste nell’aver aperto il fuoco contro i giovani palestinesi alla frontiera egiziano-palestinese”. Egli ha perciò negato qualsiasi legame di Hamas con tale incidente.

Il portavoce di Hamas ha aggiunto che il soldato egiziano “è stato ucciso da fuoco amico rivolto contro i giovani palestinesi”, sottolineando le dichiarazioni di Tareq Mahlawi, Sottosegretario del ministero della Sanità nel nord del Sinai, secondo cui la morte del soldato egiziano è stata provocata da due pallottole alla schiena: questa dichiarazione smentisce tutta la versione ufficiale egiziana”.

Egli ha poi riferito che il Comitato popolare nella città egiziana di al-Arish, nel Sinai settentrionale, composto dai partiti At-Tajammu‘, al-Karama, al-Wafd e al-Mustaqillin nel Sinai conferma che i proiettili che hano ucciso il poliziotto Ahmad Shaaban erano egiziano, sparati per errore.

Abu Zuhri ha dunque chiesto la formazione di una commissione per indagare su questo incidente, onde determinare il responsabile che ha ordinato ai soldati egiziani di sparare contro i giovani palestinesi.

Il ministro degli Esteri egiziano Ahmad Abu al-Gheit, aveva in precedenza affermato che l'Egitto è in possesso dei nomi dei “due uomini che hanno sparato contro il soldato Ahmad Shaaban”, ucciso mercoledì scorso durante una protesta pacifica palestinese sul confine con la Striscia di Gaza.

Durante la manifestazione è stato sì ucciso un soldato egiziano, ma oltre 35 palestinesi sono rimasti feriti, la maggior parte dei quali versa in gravi condizioni (due sono clinicamente morti e un bambino è rimasto paralizzato).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.