Hamas, le minacce israeliane contro la Striscia sono ‘propaganda elettorale’.

 

Gaza – Infopal. Il governo della Striscia di Gaza ha definito le minacce israeliane di invasione e attacco totale “propaganda elettorale” e “tentativo di rappresentare Hamas come il principale problema per i palestinesi”.

Il portavoce del governo, Taher An-Nunu, ha dichiarato ieri durante un intervento televisivo che la minaccia israeliana di rovesciare la dirigenza Hamas non è nuova, poiché sia gli Usa sia certi partiti palestinesi hanno gli stessi obiettivi da quando Hamas ha vinto le elezioni”.

Nunu si poi detto dispiaciuto del fatto che molti media siano caduti “facile preda della propaganda israeliana mentre questa sta utilizzando tutti gli strumenti per orchestrare una catastrofe umanitaria nella Striscia di Gaza”.

Israele ha intrapreso una campagna di propaganda, diffusa a livello mondiale dai media e dai gruppi editoriali occidentali asserviti alla cosiddetta Israel Lobby (molto forte negli Usa e anche in Italia, ndr), per ottenere il supporto internazionale per una devastante e totale aggressione alla Striscia di Gaza affamata e assediata.

Il quotidiano ebraico Yediot Ahronot ha scritto che il governo di Tel Aviv sta pianificando una “campagna diplomatica” per garantirsi un “ombrello internazionale” che lo sostenga nel caso decida di effettuare un’operazione su vasta scala contro Gaza.

La propaganda è stata avviata qualche giorno fa, anche sui nostri media, che ci stanno inoculando l’ineluttabilità di un attacco israeliano contro la Striscia, giustificato dal “lancio dei razzi palestinesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.