Hamas: lista dei detenuti invariata e invariabile

Gaza – Infopal. Il movimento di resistenza islamica Hamas ha smentito ieri quanto riportato dal canale israeliano Ihodi Yaari sulla presunta intenzione del movimento di modificare la lista dei detenuti palestinesi da liberare in cambio del rilascio del soldato israeliano Gilad Shalit. Un analista politico del canale israeliano aveva infatti sostenuto che Israele aveva ricevuto dal movimento un elenco di nomi con alcune variazioni rispetto alle precedenti richieste.

È stato Osama al-Mzeni, leader di Hamas, a confutare la notizia in nome del movimento: “Noi affermiamo che le informazioni non sono vere, e che Hamas non vuole apportare alcun cambiamento ai nomi dei prigionieri”. Ha poi aggiunto che cambiare i nomi svuoterebbe lo scambio del suo significato, poiché, “dei detenuti del nostro popolo, vogliamo che siano quelli con alte condanne a vedere la libertà”.

Al-Mzeni ha quindi definito il colloquio del presidente egiziano Hosni Mubarak con il pari israeliano Shimon Peres – durante il quale il primo ha garantito il buono stato di salute di Shalit – nient’altro che “pubbliche relazioni e scambio di speranze”, sottolineando che “dalla fine della guerra contro Gaza nessuno ha saputo se Shalit fosse vivo o morto, eccetto la ristretta cerchia che lo tiene in ostaggio”.

Hamas finora ha consegnato a Shalit un messaggio vocale della sua famiglia, ad un anno dalla sua cattura, mentre due lettere del prigioniero sono state fatte arrivare alla sua famiglia tramite alcuni mediatori.

Nel corso degli ultimi tre anni sono state anche pubblicate una serie di relazioni – rivelatesi in seguito inattendibili – sul presunto approssimarsi di un accordo sullo scambio di detenuti tramite la mediazione egiziana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.