Hamas, lo stato sionista dietro l’assassinio di al-Mabhuh.


Ieri, Izzat al-Resheq, membro dell'Ufficio politico di Hamas, ha dichiarato che “il nemico sionista è dietro all'assassinio del leader del movimento, Mahmoud al-Mabhuh, avvenuto il 20 gennaio a Dubai”. E ha promesso che “il sangue del martire non è caduto in vano. Esso sarà una maledizioni per gli occupanti”.

Resheq ha dichiarato a Pic che il corpo di al-Mabhuh è arrivato all'aeroporto di Damasco giovedì notte. E ha aggiunto che sia il movimento sia le autorità degli Emirati Arabi Uniti stanno indagando sulle circostanze in cui è avvenuto l'assassinio dell'uomo.

Mahmoud al-Mabhuh è stato uno dei fondatori delle brigate al-Qassam, l'ala armata di Hamas, e uno dei responsabili della cattura di due soldati israeliani, Ilan Sa'dun e Avi Sburts, oggetto di scambio con prigionieri palestinesi rinchiusi nelle carceri di Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.