Hamas: ‘Necessarie una voce forte dall’UE e una condanna dagli Usa’

Damasco – Infopal. Il membro dell'Ufficio politico di Hamas Izzat ar-Rishq si è mostrato deluso dalla decisione del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla strage operata da Israele tra i membri della Freedom Flotilla, giudicandola troppo debole per un episodio di questa gravità.

Secondo ar-Rishq, quel che occorre è “una decisione forte, che impegni Israele a rompere l'assedio disumano. (…) L'embargo è attualmente il problema fondamentale, e per causa sua sono venute queste navi ed è stato versato questo sangue innocente”.

Il leader palestinese ha tuttavia accolto con favore la posizione di Russia e Ue, che hanno chiesto la rottura dell'assedio e l'apertura dei passaggi di confine della Striscia di Gaza alla popolazione e ai beni di cui necessita.

Critiche sono state invece rivolte all'amministrazione Usa, la quale non ha ancora emesso alcun decreto presidenziale che impegni Israele a rompere l'assedio, né ha condannato il crimine commesso ai danni della Flotilla, confermando così – secondo ar-Rishq – l'inclinazione filosionista dello Stato americano.

Rivolgendosi quindi ai ministri degli Esteri dei Paesi arabi, il membro di Hamas ha chiesto di prendere delle decisioni giuste e responsabili per contrastare l'arroganza sionista, e di non fermarsi alle accuse e alle critiche: “Quel che occorre è una delibera panaraba che stabilisca la rottura di ogni tipo di rapporto tra Israele e i Paesi che hanno delle relazioni con essa, in particolare Egitto e Giordania. (…) È una vergogna che simili relazioni proseguano alla luce dell'ininterrotta ostilità e del terrorismo israeliani contro il nostro popolo e contro coloro che portano avanti delle missioni umanitarie”.

Egli ha quindi affermato la necessità d'interrompere le trattative dirette e indirette con Israele, e di perseguire i comandanti israeliani davanti ai tribunali di guerra internazionali, per non lasciare impunito questo crimine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.