Hamas rivela l'esistenza di un complotto tra la Forza Preventiva e paesi stranieri.

Il movimento di resistenza islamica, Hamas, ha rivelato l’esistenza di "contatti segreti", negli ultimi tempi, tra capi di spicco degli organi di sicurezza – la Forza Preventiva -,  rappresentati da Rachid Abu Shubbak, Yusef Isa, Bassam Al-Yazuri e altri con responsabili della sicurezza di diversi paesi stranieri.

Hamas ha affermato: “Questi contatti comprendevano lo scambio di informazioni sulla resistenza palestinese, i suoi dirigenti, e i piani per colpire la resistenza e le Forze Esecutive. E il modo di controllare le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa appartenenti al movimento di Fatah, e svuotare questa di ogni contenuto”.

Il comunicato stampa ha confermato che queste informazioni sono giunte attraverso un lavoro di informazione in collaborazione con parti della sicurezza "rimaste oneste e fedelie alla causa palestinese".

Hamas ha invitato i giovani "liberi", membri degli organi di Sicurezza Preventiva a "riconoscere il complotto che i loro capi hanno pianificato" e a ha aggiunto: "Noi guardiamo a quei giovani come a nostri partner in questa patria e nel destino".

Un altro invito è stato rivolto verso i compagni del movimento di Fatah affiinché "si accorgano del complotto e impediscano agli insurrezionalisti di effettuare i loro piani".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.