Hamas: trovare una nuova ‘formula’ per fermare gli attacchi israeliani

Gaza City – Ma'an. Il governo di Gaza ha affermato che sta lavorando per “trovare una formula” che blocchi l'ondata di attacchi aerei israeliani che hanno colpito Gaza più volte negli ultimi giorni, dopo una proposta  di tregua, che però non è stata accettata. 

“Israele insiste nel continuare a portare avanti i suoi crimini contro i palestinesi: questo è un tentativo di controllare la resistenza e la popolazione di Gaza”,  dichiara un comunicato, che chiede alle organizzazioni per i diritti umani di “documentari i crimini” così che possano essere denunciati, e agli stati arabi di intervenire. 

Criticando il recente attacco contro il personale di un'ambulanza, un ospedale e la morte di almeno tre civili negli attacchi di venerdì, il governo di Gaza ha dichiarato che è pronto a ospire una riunione di emergenza con il Consiglio della Lega araba per discutere di “meccanismi appropriati” Friday, per affrontare l'escalation. 

Da giovedi pomeriggio 17 persone sono state uccise (ndr), tra cui molti civili, e altre decine sono state ferite. I militari israeliani hanno affermato che i bombardamenti sono in risposta ai “potenti razzi e ai colpi di mortaio” provenienti da Gaza. Poco dopo un altro comunicato ha reso noto che un totale di 5 mortai e otto proiettili sono stati sparati venerdi da Gaza.

Giovedi notte, Hamas ha annunciato che le fazioni palestinesi più armate hanno firmato un accordo per un cessate- il- fuoco, nel tentativo di fermare l'escalation di violenza israeliana. 

I media israeliani hanno riferito che l'annuncio è stato fatto alle 23. Gli attacchi aerei sono cominciati a mezzanotte. 

Venerdi pomeriggio, l'ala miliare del Comitati per la Resistenza Popolare ha affermato di non potersi impegnare in un accordo di cessate- il- fuoco con Israele. A tale dichiarazione ha fatto seguito quella delle Brigate della Resistenza nazionale, ala armata del Fronte democratico per la liberazione della Palestina – Fdlp, che ha comunicato che i combattenti hanno lanciato due proiettili verso Israele.

Il portavoce delle brigate an-Nasser, Abu Mujahed, ha dichiarato a Ma'an che essi non “accetteranno mai un cessate-il-fuoco mentre i palestinesi vengono uccisi a Gaza dagli israeliani”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.