Hamas: ‘Umm al-Fahim, prova pubblica di pulizia etnica del popolo palestinese’

Gaza – InfoPal. Il giorno dopo la dura repressione contro i manifestanti palestinesi ad Umm al-Fahim, scesi in piazza per proteggere la propria esistenza di fronte alle minacce razziste del governo israeliano, come alle provocazioni dei fondamentalisti israeliani, il governo di Hamas ha denunciato: “Il popolo palestinese è nel mirino della politica razzista sionista. Quanto che è accaduto ieri ad Umm al-Fahem ha voluto svolgere una chiara funzione e lanciare un preciso messaggio. Offendere e avvertire i palestinesi che i loro diritti di popolo sulla loro terra, oggi sono seriamente a rischio”.

Il portavoce del governo di Gaza, Fawzi Barhoum, ha dichiarato che la protezione del soldati su queste iniziative provocatorie, rappresenta il maggior rischio perché mostra la strategia di incitamento legalizzato da leggi razziste ed estremiste.

Barhoum porta la solidarietà del governo di Gaza ai palestinesi di Umm al-Fahim e di tutta la Palestina occupata nel '48 (Israele), chiamando in causa anche l'Autorità nazionale palestinese (Anp), affinché  – nelle attuali circostanze sul campo – sopprima ogni possibilità di sedere al tavolo dei negoziati con Israele.

Hamas ha parlato di “pulizia etnica” verso i cittadini palestinesi ordinari e i loro rappresentanti tra cui la deputata Hanin Zo'ebi e lo Shaykh Ra'ed Salah, il quale rappresenta la consapevolezza di difendere al-Quds (Grusalemme) e al-Aqsa.

Il nostro destino di popolo è unico e tutti respingeremo l'occupazione e le politiche razziste che la caratterizzano.

Articoli correlati:

https://www.infopal.it/leggi.php?id=16369

https://www.infopal.it/leggi.php?id=16372

https://www.infopal.it/leggi.php?id=16380

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.