Haniyah: Carter non era un mediatore ma la sua visita ha un’importanza politica.

Gaza – Infopal

Il primo ministro palestinese Ismail Haniyah ha confermato che l’ex presidente americano Jimmy Carter "non era un mediatore, ma la sua visita ha un’importanza politica perché ha potuto conoscere le vere posizioni palestinesi".

In un comunicato stampa diramato ieri sera, e di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto copia, Haniyah ha affermato che la visita di Carter "di per sé rappresenta un coinvolgimento della realtà palestinese".

Il primo ministro ha parlato degli sforzi effettuati dall’Egitto sulle diverse questioni da affrontare – la fine dell’assedio, la tregua, il soldato israeliano sequestrato dalla resistenza a Gaza. E ha aggiunto che "il governo palestinese sta facendo il possibile per far riaprire i valichi e sollevare l’assedio, coniugando il rispetto dei principi politici e l’elasticità verso i cambiamenti. Per proteggere i diritti del popolo palestinese e la sua unità siamo pronti a prendere le decisioni necessarie".

Ha poi espresso la speranza che gli ultimi movimenti nell’area, compresi gli incontri della delegazione di Hamas con la dirigenza egiziana e il presidente Carter, portino a risultati concreti: la fine dell’assedio e delle aggressioni israeliane contro la Cisgiordania e la Striscia di Gaza.

Per ciò che riguarda le affermazione di Carter, secondo cui Hamas avrebbe accettato i risultati di un referendum popolare su qualsiasi accordo politico, il premier ha spiegato che "ciò che viene accolto dal movimento è il documento di concordia nazionale, che chiarisce la natura del referendum, i suoi meccanismi, le sue basi politiche e legali".
Sulla tregua, Haniyah ha aggiunto: "La palla è nel campo israeliano. Noi tratteremo positivamente una tregua reciproca e globale se applicata sia su Gaza sia sulla Cisgiordania, perché sono una unica unità geografica".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.