Haniyah ha annunciato la fine delle consultazioni per la formazione del nuovo governo. Attesi a breve i nomi dei ministri. Il governo ha promesso mezzo milione di dollari per la ricostruzione di Nablus.

Le consultazioni per la formazione del governo palestinese sono terminate oggi: lo ha annunciato il premier palestinese Ismail Haniyah, sollecitando Hamas e Fatah a sottoporgli i nomi dei ministri entro pochi giorni (la scadenza era per questa sera alle 21).

Durante la predica alla moschea Al-Iman Ash-Shaf’i di Gaza, Haniyah ha affermato: "Accelereremo la formazione del governo di unità, in modo da bloccare i tentativi delle parti che vogliono frapporsi all’accordo di Mecca e fermarne l’applicazione".

Ha poi spiegato di aver concluso le consultazioni con tutte le forze politiche palestinesi.

E ha sottolineato che le recenti aggressioni israeliane nei territori palestinesi rappresentano una "reazione folle" e un segno che il popolo palestinese, attraverso l’accordo di Mecca, si sta muovendo nella giusta direzione.

Parlando della devastante invasione di Nablus da parte dell’esercito israeliano, con perdite economiche che arrivano a 750 milioni di dollari, Haniyah ha promesso un veloce intervento da parte del governo con mezzo milione di dollari destinati alla ricostruzione. E ha rivolto un appello agli stati arabi affinché dimostrino la propria solidarietà con i cittadini di Nablus e di Gerusalemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.