Haniyah: il 7 ottobre ha manifestato nuove equazioni per la causa palestinese e per la regione

Gaza. Il capo dell’Ufficio politico di Hamas, Ismail Haniyah, ha osservato che l’operazione Ciclone di al-Aqsa/al-Aqsa Flood ha manifestato nuove equazioni per la causa palestinese e per la regione, riferendosi all’attacco transfrontaliero della resistenza palestinese contro i siti militari e le colonie israeliane nella striscia di Gaza, il 7 ottobre.

Le affermazioni di Haniyah sono state rilasciate durante un incontro di mercoledì con il ministro degli Esteri iraniano ad interim Ali Bagheri Kani nella capitale del Qatar, Doha.

Le due parti hanno discusso degli sviluppi politici e sul campo relativi all’operazione Ciclone di al-Aqsa/al-Aqsa Flood, della situazione generale della questione palestinese e degli sforzi per fermare la guerra genocida e l’aggressione dell’occupazione israeliana contro la Striscia di Gaza.

Hanno inoltre elogiato la “leggendaria fermezza del popolo palestinese e la valorosa resistenza che è riuscita a sventare gli obiettivi dell’occupazione e a manifestare nuove equazioni per la questione [palestinese] e la regione”.

Haniyah ha lodato gli sforzi dell’Iran per fermare l’aggressione e i fronti di sostegno in Libano, Yemen e Iraq, in particolare il recente annuncio del segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, in cui ha collegato il ritorno della calma su questi fronti alla cessazione della guerra israeliana a Gaza.

Haniyah ha anche informato il diplomatico iraniano sulle condizioni a Gerusalemme, in Cisgiordania e all’interno delle carceri israeliane, nonché sui crimini quotidiani di Israele contro i palestinesi, tra cui invasioni, uccisioni e confische, sottolineando che “Gerusalemme costituisce il fulcro del conflitto con l’occupazione israeliana, ora e in futuro”.

Dal 7 ottobre, l’Esercito di occupazione israeliano ha lanciato una brutale aggressione contro la Striscia di Gaza assediata, che ha portato alla morte di 37.431 vittime e al ferimento di altre 85.653, oltre allo sfollamento interno di circa 1,7 milioni di persone dalla popolazione della Striscia, secondo i dati delle Nazioni Unite.

(Fonti: MEMO, PressTV; foto: PIC).