Haniyah: il governo tenta seriamente di mettere fine ai disordini e proteggere la sicurezza e inizierà a mettere in pratica il piano di sicurezza

Il primo minstro palestinese, Ismail Haniyah, ha annunciato che il governo lavora per realizzare due cose: togliere l’assedio imposto contro il popolo palestinese da più di un anno; mantenere la sicurezza interna. 

Per quanto riguarda l’assedio, Haniyah ha precisato che, per togliere l’assedio, il popolo palestinese e le sue fazioni hanno lavorato alla formazione del governo di unità nazionale in base a un programma politico che rappresenta tutti i palestinesi.

E ha aggiunto: “Noi come palestinesi abbiamo fatto quello che dovevamo e ci siamo accordati su un programma politico unitario. La domanda è: quale può essere in contributo della comunità internazionale per togliere l’assedio ingiusto imposto contro il popolo palestinese e la sua scelta democratica? Ci sono movimenti, a livello europeo, ma sono lenti e non rispondono in base alla sofferenza del popolo palestinese”.

Haniyah ha poi avvertito che “se l’assedio proseguirà per altri mesi, sicuramente la popolazione si troverà di fronte a scelte da intraprendere. Perderà la fiducia nei suoi politici. Di conseguenza, l’assedio deve finire”. 

Il primo ministro Haniyah ha sottolineato anche l’intenzione del suo governo a mettere fine ai disordini e a proteggere la sicurezza interna.e ha fatto sapere che è stato accettato il piano presentato dal ministero degli interni. Ma ha precisato che se il piano di sicurezza del governo “non godrà della collaborazione e del rispetto completo del popolo, delle forze politiche e di tutti gli strati del popolo palestinese, sicuramente non avrà effetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.