Haniyah: il nostro governo non darà le dimissioni fino al termine del suo mandato.

Dal nostro corrispondente.

Durante la preghiera di oggi, il premier Ismail Haniyah ha assicurato che l’attuale governo non darà le dimissioni prima del termine della legislatura, nonostante le pressioni politiche e i blocchi imposti sul popolo palestinese.

Nella sua predica del venerdì, nella moschea Al-Ubrar di Rafah, a sud della Striscia di Gaza, Haniyah ha sottolineato: "Le richieste degli insegnanti sono legali e giuste, ma a causa dell’assedio senza precedenti contro il popolo palestinese, il governo non è finanziariamente in grado di assecondarle in una sola volta".

Il premier ha poi spiegato che lo sciopero degli insegnanti dovrebbe essere diretto contro quelle parti che stanno assediando il popolo palestinese, piuttosto che contro il governo che sta soffrendo della stessa crisi.

Haniyah ha anche affermato che sono in corso seri negoziati con il presidente dell’Anp Mahmoud Abbas per formare un governo di unità nazionale, che darebbe a tutte le fazioni e ai gruppi palestinesi l’opportunità di migliorare le attività politiche e i servizi offerti al popolo palestinese. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.