Haniyah si appella ai colleghi del governo e della presidenza libanese affinché proteggano i profughi palestinesi in Libano.

Il primo ministro palestinese Ismail Haniyah ha contattato telefonicamente il presidente libanese Emil Lahoud, il primo ministro libanese Fuad Siniora, il presidente del parlamento libanese Nabih Berry, e ha discusso con loro degli ultimi sviluppi in corso per quanto riguarda gli scontri e il bombardamento del campo profughi Nahr Al-Bared, nel nord del Libano.

Haniyah ha dichiarato: “Noi siamo per la protezione della sovranità del Libano e della sua sicurezza”, ma ha anche sottolineato la necessità di proteggere i palestinesi nel campo profughi e di non coinvolgerli negli scontri armati. E ha auspicato una soluzione veloce basata sull’incontro tra le parti: le fazioni palestinesi e il governo libanese.

Si ricorda che i violenti scontri armati scoppiati tra l’organizzazione “Fatah Al-Islam” e l’esercito libanese nel campo profughi di Nahr Al-Bared, a nord del Libano, hanno causato la morte e il ferimento di un centinaio di profughi palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.