Hannukah: coloni israeliani celebrano ad al-Aqsa. Fedeli musulmani devono pregare all’esterno

Al-Quds (Gerusalemme) – InfoPal. Questa mattina, le forze d'occupazione hanno chiuso l'ingresso alla Moschea di al-Aqsa ai fedeli musulmani di età inferiore ai 40 anni.

Chi non ha potuto accedervi, è rimasto a pregare all'esterno dell'area.

Alcuni testimoni, tra cui giornalisti, hanno raccontato di aver visto un centinaio di coloni – scortati dalle forze dell'ordine israeliane – dirigersi verso la Moschea dove avrebbero eseguito rituali talmudici per celebrare la festività religiosa ebraica dell'Hannukah (commemorazione del presunto Tempio di Gerusalemme chiamata anche “Festa delle Luci”, ndr).

Ieri, 1° dicembre, la “Fondazione per il Waqf e il patrimonio” aveva lanciato l'allarme sugli eventi programmati dai coloni per la giornata di oggi.

Internet svolge un ruolo decisivo nell'organizzazione e nel reclutamento di sostenitori e partecipanti a questi raduni ad al-Quds (Gerusalemme), promossi da coloni provenienti dalla Palestina occupata e sempre più frequenti.

Kamal Khatib, vice capo del Movimento islamico nei Territori palestinesi occupati, denuncia i fatti di oggi nell'ambito dei piani di ebraicizzazione della città e afferma risoluto: “La nostra posizione in difesa della Moschea di al-Aqsa resta coerente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.