I deputati palestinesi a rischio di espulsione: 'prigionieri politici che pagano il prezzo di scelte democratiche'

Gaza – InfoPal. Nizar Ramadan, rappresentante di 'Cambiamento e riforma' presso il Consiglio legislativo palestinese (Clp) afferma che la decisione israeliana di espellere i deputati palestinesi gerosolimitani dalla propria città “è parte integrante del piano di ebraicizzazione di al-Quds (Gerusalemme) dalla sua componente e identità araba e musulmana”. 

Impegnato personalmente nella campagna di sensibilizzazione e per la liberazione dei deputati palestinesi minacciati di espulsione, Ramadan parla di “silenzio preoccupante” e rimprovera l'inerzia della comunità internazionale di fronte alle politiche israeliane su Gerusalemme. 

Chiede un'azione presso il Tribunale penale internazionale perché si tratta di “crimini contro i diritti umani di quanti sono minacciati direttamente e contro quelli delle rispettive famiglie. È un processo di selezione lento e i deputati gerosolimitani presso la sede della Croce rossa internazionale (Icrc), come coloro che si trovano nelle carceri d'Israele, sono  prigionieri politici che pagano il prezzo di scelte democratiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.