I giornalisti palestinesi chiedono il ritorno in patria della salma di Naji al-Ali

Ramallah – InfoPal. Il sindacato dei giornalisti palestinesi ha annunciato un'iniziativa volta a riportare in patria la salma del vignettista Naji al-Ali, attualmente a Londra, perché venga sepolta in Palestina. Con essa è stata annunciata anche la proposta di documentare i suoi lavori e la sua vita perché vengano ricordati in modo permanente.

Queste decisioni sono state prese durante un'assemblea che ha visto anche la partecipazione del centro culturale Baladna e del ministero della Cultura di Ramallah, e che è stata organizzata il giorno del 23º anniversario dell'assassinio di al-Ali. A margine dell'incontro sono state mostrate alcune delle sue opere.

“È un'occasione importante per ricordare la portata dei lavori prodotti da questo martire, attraverso i suoi disegni patriottici – ha commentato il ministro della Cultura Siham al-Barghuthi – Per questo, lo commemoreremo al più presto con una mostra che rifletta la sua creatività”. 

Da parte sua, il presidente del sindacato Abd an-Naser an-Najjar ha chiesto all'Anp di aiutare la famiglia di al-Ali ad espatriare il corpo dell'artista, che ora “si trova in una terra che non è quella della sua patria, in una tomba che non riceve visite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.