I legali di Shaykh Salah faranno ricorso contro il decreto di espulsione britannico

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. I legali di Shaykh Ra'ed Salah, leader del Movimento islamico in Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr), hanno fatto sapere che presenteranno ricorso alla decisione emessa dal giudice britannico mercoledì scorso, in base alla quale si è decretata l'espulsione del leader palestinese dal suolo britannico.

La sentenza era giunta dopo il suo arresto, avvenuto a giugno scorso su istanza delle autorità del ministro dell'Interno britannico.

Sin dal suo arresto, era stato ampiamente documentato che le motivazioni alla base dell'arresto e della richiesta di espulsione di Shaykh Salah erano puramente politiche. Egli era considerato persona non grata, perché “in grado di provocare instabilità nel tessuto multi-etnico britannico”.

Nei suoi interventi pubblici, il leader religioso palestinese si è sempre distinto per l'incoraggiamento a una lotta non-violenta contro l'occupazione sionista della Palestina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.