I militari israeliani hanno arrestato 15 pacifisti stranieri.

Le forze di occupazione israeliane oggi hanno arrestato 15 volontari stranieri mentre partecipavano al sit-in sui terreni minacciati del villaggio di Umm Salmunah, a sud della città di Betlemme. 

Il presidente dei Comitati popolari contro gli insediamenti e contro il Muro nella provincia di Betlemme, Khalid Al-‘Azza, ha confermato che centinaia di cittadini e pacifisti stranieri – tra cui attivisti del movimento per la pace israeliano – hanno partecipato al sit-in che prosegue da ieri contro l’occupazione, allo scopo di fermare il lavoro dei bulldozer nei terreni appartenenti al villaggio di Wadi An-Nis.

E ha aggiunto che i soldati israeliani hanno impedito ai manifestanti di raggiungere gli ingressi ai terreni, picchiandoli con pugni e bastoni. Molti sono stati feriti e altri arrestati.

Azza ha aggiunto che i militari hanno attaccato anche i giornalisti presenti, impedendo loro di coprire gli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.