I missili Hezbollah uccidono 12 riservisti israeliani e ne feriscono decine. Continuano i raid aerei israeliani sul Libano. Il premier libanese Seniora critico sulla bozza di risoluzione Usa/Francia.

La tv israeliana oggi ha confermato che 12 riservisti israeliani sono stati uccisi dagli attacchi missilistici degli Hezbollah contro l’insediamento di Kiryat Shmonah.

Fonti israeliane hanno confermato che decine di altri sono rimasti feriti.

La polizia libanese ha reso noto che, all’alba di oggi, 6 civili libanesi sono stati uccisi in un attacco aereo israeliano nel villaggio Ansar, a est della città costiera di Sidone.

L’aviazione israeliana ha lanciato 12 raid notturni contro il villaggio.

Altri 6 hanno colpito la Valle della Bekaa, isolandola dalla Siria e dalle altre aree libanesi.

Sul fronte politico, il governo di Beirut ha annunciato riserve sulla bozza di risoluzione di Usa e Francia per un cessate il fuoco, mentre Tel Aviv l’ha accolta favorevolmente.

Il premier libanese, Fuad Al-Seniora, ha sottolineato che la bozza di risoluzione era priva di qualsiasi riferimento alla presenza delle forze di occupazione israeliane sul territorio libanese e ha chiesto che il ritiro di quelle truppe sia posto in cima agli obiettivi della risoluzione stessa.

(Fonte: www.palestine-info.co.uk)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.