I palestinesi a Gaza sono assetati poiché Israele blocca la fornitura di acqua e il funzionamento degli impianti di desalinizzazione

Gaza – MEMO. Di Mohammed Asad. I palestinesi sfollati a Gaza stanno lottando per soddisfare il loro fabbisogno idrico, poiché Israele continua a vietare l’ingresso di carburante nell’enclave, bloccando così la fornitura di acqua e il funzionamento degli impianti di desalinizzazione.

Più di un milione di palestinesi sono ora ammassati nella regione occidentale di Gaza, lungo la costa, dopo essere stati sfollati in numerose occasioni, più recentemente dalla città meridionale di Rafah.

L’UNRWA e l’ente per l’acqua delle municipalità costiere hanno lavorato per fornire carburante agli impianti di desalinizzazione, ma questo non è sempre stato possibile.

La mancanza d’acqua ha portato alla diffusione di malattie tra i palestinesi sfollati, costretti a vivere in condizioni di sovraffollamento.

Nel tentativo di alleviare il peso, le organizzazioni caritatevoli hanno distribuito acqua prelevata da pozzi o da impianti di desalinizzazione che funzionano ad intermittenza, ma le quantità sono insufficienti per le esigenze dei residenti.

Decine di sfollati si sono radunati all’arrivo di un camion che trasportava contenitori d’acqua a Nuseirat. La scena all’arrivo del camion testimonia la disperazione delle persone che sono rimaste assetate e impossibilitate ad accedere ai loro bisogni idrici di base a causa della campagna genocida di Israele contro i palestinesi.

A seguito dei suoi bombardamenti su Gaza, Israele ha distrutto molti serbatoi d’acqua e più di 400 pozzi. La vasta distruzione che ha lasciato dietro di sé significa che i camion non possono accedere alla maggior parte delle aree, costringendo i residenti a spostarsi in località dove le strade sporche sono accessibili, in modo da poter tentare di provvedere al fabbisogno di cibo e acqua delle loro famiglie quando arrivano le donazioni.

Si prevede che la situazione diventi sempre più critica con l’aumento delle temperature estive e che aumentino i casi di disidratazione e di infarto.

Traduzione per InfoPal di F.L.