I palestinesi si stringono intorno a Gerusalemme per proteggerla dai coloni israeliani

Ramallah – InfoPal. Dal sito web “Terza Intifada”, l'associazione dei giovani musulmani della Cisgiordania ha invitato i propri connazionali a recarsi in numero consistente, venerdì prossimo, a pregare alla moschea di al-Aqsa, ad al-Quds (Gerusalemme).

L'evento è stato organizzato al fine di contrastare le invasioni preannunciate dai coloni israeliani a Gerusalemme, e la prevedibile scorta fornita loro da polizia e militari israeliani.

“Laddove i palestinesi non riescono ad accedere direttamente alla Città Santa, nella Cisgiordania occupata e tenuta sotto stretto controllo da numerosi check-point e divisa dal Muro d'Apartheid, avvicinatevi quanto più possibile ai punti di passaggio.

“Risponderemo all'occupazione israeliana per mezzo dell'unico linguaggio che essa conosce, quello della sfida.

“Sfideremo l'assedio imposto da Israele su Gerusalemme e sulla moschea di al-Aqsa”.

Questa mattina, il Congresso nazionale dei palestinesi di Gerusalemme ha reso nota la formazione di comitati per affrontare gli attesi attacchi dei coloni israeliani a Gerusalemme.

I comitati speciali saranno addetti alla sorveglianza dei quartieri cittadini.

“I fatti quotidiani a Gerusalemme sono una sfida aperta alla nostra sopravvivenza, al nostro legame storico-religioso e dell'identità con Gerusalemme”.

Di fianco alla creazione dei neo-comitati, ai palestinesi è stato chiesto di uscire per strada, di radunarsi e ritrovarsi in questo periodo così vulnerabile, mentre, guardando all'evento di New York, presso il Consiglio di Sicurezza Onu, dalla Conferenza è stato inviato un messaggio di incoraggiamento alla leadership palestinese.

Da Betlemme, intanto, alcuni attivisti locali hanno reso nota la formazione di comitati di protezione dislocati nei vari villaggi della provincia, sotto costante tiro dei coloni israeliani e circondata – da vecchia data – da imponenti blocchi coloniali israeliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.