I prigionieri di Hamas lodano la posizione del Governo di Gaza contraria all’emigrazione forzata dei palestinesi

Al-Quds occupata (Gerusalemme). I prigionieri di Hamas  che si trovano nelle carceri degli occupanti israeliani hanno lodato la posizione del Governo palestinese di Gaza, determinata a fronteggiare la politica d'emigrazione forzata dei palestinesi da parte dei sionisti che negli ultimi giorni s'è evidenziata in maniera drammatica.

In un comunicato che sono riusciti a far trapelare dal carcere, i prigionieri affermano che “la posizione del legittimo governo palestinese è in linea con gli obiettivi e le aspirazioni del popolo palestinese, che sono le stesse del suo presidente, noto per il suo attaccamento alla causa e la sua difesa dei diritti del popolo palestinese, che dimostra fronteggiando i piani messi in opera dagli occupanti”.

I prigionieri di Hamas esortano inoltre il popolo palestinese a far fallire la scelta sionista di far emigrare i palestinesi, e ribadiscono che il loro movimento è “quello che ha 'chiuso la porta' di fronte alle pratiche di allontanamento, come dimostra l'esperienza di Marj az-Zuhur nel 1992, che è stata in grado – col permesso di Dio -, assieme all'opera dei gruppi della resistenza palestinese, di ridimensionare e far indietreggiare i piani sionisti di emigrazione forzata”.

I prigionieri hanno poi concluso il loro comunicato con queste parole: “La determinazione dell'ex prigioniero Ahmad as-Sabbah nel voler ritornare a casa sua [a Tulkarem, ndr], il quale si trova attualmente fermo al valico di Beyt Hanoun [le autorità sioniste intendono espellerlo a Gaza, ndr], ha bisogno di sostegno sia da parte dei media che da parte delle organizzazioni giuridiche e umanitarie, affinché questa tragedia finisca e gli occupanti si rendano conto che stanno commettendo un orrendo crimine umanitario condannato da tutte le leggi, sia locali che internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.