Ihsanoglu: il disegno di legge che dichiara Gerusalemme ‘capitale del popolo ebraico’ è infondato

 

MemoIl Segretario generale dell’Organizzazione di Cooperazione Islamica, Ekmeleddin Ihsanoglu, ha condannato duramente il disegno di legge che dichiara la città di Gerusalemme “capitale di Israele e del popolo ebraico”, considerandolo un attacco diretto al popolo palestinese e ai suoi diritti chiari e inalienabili.

In un comunicato stampa diramato lunedì 26 dicembre, Ihsanoglu ha dichiarato: “Le misure legislative e amministrative prese dall’occupazione israeliana volte a cambiare lo status legale della città occupata di Gerusalemme, sono un’evidente violazione della legge internazionale e delle risoluzioni di diritto internazionale che vedono Gerusalemme parte dei territori palestinesi occupati nel 1967”, e ha sottolineato che tutte queste azioni sono vane ed illegali.

Egli ha invitato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, il Quartetto di Madrid, l’UNESCO e tutti gli attori influenti a intervenire per “fermare le politiche israeliane di discriminazione razziale contro il popolo palestinese e la sua identità, rifiutare queste leggi infondate e non riconoscerle, e costringere Israele a rispettare le regole internazionali e le risoluzioni di diritto internazionale”.

Traduzione per InfoPal a cura di Teresa Varlotta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.