‘Ikrima Sabri: ‘Quando il nostro popolo insorge non interpella nessuno’

Al-Quds (Gerusalemme) occupata – Infopal. Lo shaykh 'Ikrima Sabri, presidente del Ente Supremo islamico e khatib [oratore del sermone del venerdì, ndr] della moschea al-Aqsa, ha affermato che “le autorità d'occupazione portano la responsabilità degli scontri in corso ad al-Quds (Gerusalemme), poiché i provvedimenti  volti alla sua giudaizzazione e le minacce alla moschea, nonché le misure senza precedenti contro i fedeli, sono tutte provocazioni contro i palestinesi”.

“Il nostro popolo quando insorge non interpella nessuno e non chiede il consenso a nessuno, pertanto quando si solleva lo fa per impedire agli ebrei di prendere possesso della moschea al-Aqsa”.

Egli ha spiegato che le autorità d'occupazione desiderano che i 'coloni' ebrei preghino e circolino nella città vecchia…Perciò ha criticato la posizione ufficiale araba e islamica improntata al silenzio: “Cosa fanno, sono in un sonno profondo?”.

Sabri esorta perciò il Vertice arabo ad adottare una posizione “nazionale” su quanto sta accadendo ad al-Quds, ed invita i palestinesi a recarsi alla moschea al-Aqsa e a svolgere una mobilitazione di massa con cortei e convegni che svelino le manovre sioniste. Il tema è importante ed ha bisogno che i Paesi arabi e islamici facciano sentire la loro voce per la moschea al-Aqsa, piuttosto che su altre questioni di nessun conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.