Il bilancio di una settimana di ‘tregua’ israeliana: morti, feriti, 130 arresti e molte case demolite.

Il report settimanale delle aggressioni israeliane rivela che l’esercito sta continuando a violare l’accordo sul cessate il fuoco, siglato la mattina di domenica 26 novembre: uccisioni, ferimenti, arresti, demolizioni di abitazioni sono all’ordine del giorno.

Questo report, che è stato preparato da Palestine Today News, ha sottolineato che le città e i villaggi della West Bank sono oggetto della maggior parte delle violazioni israeliane.

Il secondo giorno del cessate il fuoco, gli israeliani hanno ucciso un uomo e un’anziana, a Jenin; due ragazzi sono stati uccisi il quinto e il sesto giorno. Circa 130 palestinesi sono stati arrestati, e molte abitazioni sono state demolite.

1° giorno della tregua – domenica 26 novembre
• Gli israeliani arrestano un uomo a Hebron; un altro a Beituniya, vicino a Ramallah;
• 4 ragazzi sono arrestati a Abu Dis;
• Un ragazzo è ferito a ‘Azzun, vicino a Qalqiliya

2° giorno – lunedì 27 novembre
• Uccisione del leader delle Brigate Nasser Salah Addin, a Qabatiya, sud di Jenin;
• Uccisione di un’anziana, sempre a Qabatiya;
• Arresto di 6 membri di Fatah a Nablus;
• Arresto di 3 membri di Hamas a Qalqiliya;
• Arresto di 2 membri di Hamas a Ramallah;
• Arresto di 3 membri di Hamas a Hebron;
• Arresto di un palestinese alla barriera israeliana vicino Qalqiliya,
• Arresto di 3 altri a Nablus;

• Incursione militare a Betlemme e arresto di un altro palestinese;

3° giorno – martedì 28 novembre
• Incursione militare israeliane a Tulkarem, arresto di 3.
• Arresto di 11 palestinesi a Silat Harithiya vicino a Jenin (la maggior parte della stessa famiglia),
• Demolizione di due case a ‘Arabbuna, vicino a Jenin;
• Tentativo di assassinio contro un attivista palestinese a Qabatiya, vicino a Jenin;
• Incursione contro As-Samu, a sud di Hebron, campagna di perquisizioni nella città;
•  Arresto di un attivista delle Brigate Al-Aqsa, e di due altri cittadini a Qabatiya;

4° giorno – mercoledì 29 novembre
• L’artiglieria israeliana ha bombardato l’area a nord della Striscia di Gaza;
• Incursione militare israeliana contro villaggi di Tulkarem, e una campagna di perquisizioni;
• Le forze speciali israeliane hanno arrestato Jihad Abu Khadir in Qalqiliya.

5° giorno -giovedì 30 novembre
• Uccisione di un ragazzo a Beita, a sud di Nablus;
• Invasione del campo profughi di Azza, vicino a  Betlemme, e arresto di 11 palestinesi;
• Incursione a Tuqu’, a sud i Betlemme, e arresto di due cittadini;
• Arresto di quattro persone di Ash-Shawawra, a est di Betlemme;
• Arresto di una persona nell’area di Karkafa, nella città di Betlemme;
• 4 arresti a Nablus;
• 8 arresti a Ramallah;
• 4 studenti arrestati a Qarawat Bani Zaid, nell’area di Ramallah;
• 3 arresti nella città di Hebron;
• 2 ragazzi arrestati a ‘Yabad, vicino a Jenin;
• 5 arresti a Nablus e nel campo profughi di Balata;
• Raid israeliano contro le fattorie a sud di Tubas, costringendo i contadini a evacuare;
• Le forze militari chiudono l’entrata di Tammun, attaccando i cittadini;
• Le forze militari israeliane occupano la casa di un cittadino a ‘Alar, trasformandola in una postazione militare;
• Demolizione di case a Kfar Etzion e Salfit;
• Un ragazzo arrestato alla barriera di Atarot, a nord di Gerusalemme;
• Raid militare a Salfit, sparatoria contro le abitazioni;
• Arresto di tre palestinesi al confine con l’Egitto;
• I bulldozer militari demoliscono numerose abitazioni e fattorie a nord e a est di Qalqiliya;
• Bulldozer demoliscono una casa di un cittadino palestinese a Wadi ar-Rasha, vicino a Qalqiliya.

6° giorno – venerdì 1° dicembre

• Uccisione di un palestinese a Hebron;
• Operazione militare a Asira, a nord di Nablus, e arresto di 25 palestinesi nella città di Asira e di Nablus;
• Arresto di un palestinese a Nablus;
• Arresto di un cittadino palestinese a ash-Shawawra a Betlemme, e furto dei suoi soldi e dei suoi gioielli:
• Arresto di un uomo a Bani Na’im, a est di Hebron;
• Arresto di un uomo alla barriera del "Container" tra Abu Dis e Betlemme;
• Ferimento di un ragazzo a ‘Azzun, vicino a Qalqiliya;
• Ferimento di un ragazzo a Sa’ir, a nord di Hebron;
• Arresto di due giovani a Qalqiliya;

7° giorno – sabato 2 dicembre
• Campagna militare contro diverse città della West Bank e arresto di molti palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.