Il capo dei servizi di intelligence israeliana: le nostre operazioni a Gaza prendono di mira solo il movimento del Jihad Islamico

Il capo dell’unità di ricerca dell’intelligence  militare israeliana Yusi Baidin, ha dichiarato che la maggior parte dei missili lanciati verso Israele sono del movimento del Jihad Islamico.

E ha aggiunto durante la seduta del governo israeliano, che “Hamas sta continuando a consolidare il suo potere nella Striscia di Gaza per  prepararsi al prossimo scontro con Israele, e ha indicato che Hamas non ha ancora preso posizione nei confronti  dell’Esercito dell’Islam, considerato braccio del Qaeda nella Striscia di Gaza”.

L’ufficiale dell’intelligence militare, Taal Rosu, capo dell’ufficio operativo, ha  riferito che le ultime operazioni dell’esercito di occupazione israeliana nella Striscia di Gaza erano dirette solo contro il movimento del Jihad Islamico.

E ha aggiunto che durante la settimana scorsa hanno impedito l’entrata illegale di armi da combattimento dal Sinai verso la Striscia di Gaza: sette tonnellate di esplosivo, 65 bombe RPJ e 40 fucili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.