Il Centro palestinese per gli Affari femminili: troppe donne ammazzate. Bisogna modificare la legge che tutela chi le uccide.

Oggi, il Centro palestinese per gli Affari femminili ha rivolto un appello all’Autorità nazionale, ai servizi di sicurezza e alle procure affinché indaghino sui crimini commessi in questi giorni contro alcune donne palestinesi nella Striscia di Gaza.

Nelle ultime 24 ore, infatti, ne sono state uccise 3 in circostanze non chiare.

In un comunicato diramato oggi, il Centro afferma che tali delitti vengono inseriti all’interno della categoria "caos nella sicurezza", senza che sia condotte approfondite indagini, e ha aggiunto che determinati articoli di legge contengono una sorta di "implicita protezione per chi uccide le donne" e che quindi vanno modificati.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.